Calamaro

Calamari ripieni

LE RICETTE DI CARLO CAMBI
Carlo ci propone una ricetta dove i calamari vengono farciti: eccoli allora ripieni, uno dei masterpiece della cucina che porta in tavola tutto il gusto del mare.
I secondi
Difficoltà
Ricetta Facile
Preparazione
50 minuti
Cottura
30 minuti
Dosi
4 persone
calamari
Ingredienti
  • 8 calamari piuttosto grandi (12 se più piccoli)
  • 12 olive nere
  • 250 gr. di funghi champignon
  • Pan grattato q.b.
  • 1 cipolla rossa
  • 2 spicchi d’aglio
  • 10 pomodori rossi maturi da salsa
  • 1 carota
  • 1 costa di sedano
  • 1 peperoncino
  • 2 cucchiai di capperi sotto sale
  • 2 filetti d’acciuga dissalati
  • Sale q.b.
  • Olio extravergine d'oliva q.b.
Cipolla rossa
Preparazione
  1. Sbollentate i pomodori in acqua salata per un minuto, sbucciateli e teneteli da parte. Nella stessa acqua scottate per 30 secondi le sacche dei calamari e teneteli da parte (questo è un piccolo trucco per farcirli meglio).
     
  2. In una casseruola fate soffriggere metà della cipolla, la carota e il sedano in tre cucchiai di Evo.
     
  3. Appena le verdure sono imbiondite aggiungete i pomodori che avrete pelato, aggiungete il peperoncino, aggiustate di sale e lasciate sobbollire.
     
  4. A  parte, in una padella, fate imbiondire i due spicchi d’aglio in Evo, eliminate l’aglio e mettete a sciogliere i filetti di acciuga.
     
  5. Passate al mixer i tentacoli dei calamari, poneteli in padella insieme agli champignon. Quando saranno cotti aggiungete le olive sminuzzate e il pangrattato.
     
  6. Lasciate raffreddare. A questo punto riempite i calamari con i funghi e i tentacoli. Chiudeteli con uno stecchino e adagiateli nella salsa di pomodoro che aromatizzerete con i capperi. Lasciate cuocere a fuoco moderato per una ventina di minuti avendo cura di rigirare i calamari.
     

Carlo Cambi è un noto giornalista toscano, autore, conduttore televisivo e grande appassionato di cucina.
In questa sezione ci propone una serie di ricette italiane dedicate alla scoperta del patrimonio culinario del Belpaese, valorizzando così le specie ittiche più famose dei territori, ma anche quelle dimenticate.

Calamaro
Loligo vulgaris
Calamaro

Valori nutrizionali

"Carni magre e con un buon contenuto proteico, al pari degli altri cefalopodi. Nonostante il ridotto tenore lipidico, una normale porzione è in grado di apportare la quantità media giornaliera raccomandata di acidi grassi polinsaturi omega-3 a lunga catena. Elevato è il contenuto di colesterolo, cui si accompagna tuttavia un basso contenuto di grassi saturi. Fonte di minerali (in particolare selenio, rame, zinco, fosforo) e vitamine (in particolare B6 e B12)."
Energia (kcal)
68.00
Energia (kj)
285.00
Acqua (gr)
80.00
Proteine (gr)
12.60
Lipidi (gr)
1.70
Carboidrati (gr)
0.60
Omega-3
0.40
Colesterolo (mg)
225.00
Fosforo (mg)
189.00

Mollusco cefalopode di colore lattiginoso con sfumature dal rossiccio-rosato al bruno, il calamaro è caratterizzato dalla presenza di dieci tentacoli, di cui due più lunghi.

Mesi di acquisto consigliati

Pesca

Lo trovi tutto l'anno, in particolare da ottobre a gennaio. In questi mesi l'acquisto è sostenibile perché la specie si riproduce tutto l'anno.

Acquacoltura

Rischio specie
Nd
Taglia minima
12 cm
Qualità carni
Ottime
Carni magre, delicate e gustose. Sono generalmente più tenere rispetto a quelle del totano
Presenza lische
Nulla
Uso in cucina
Arrosto
Bollito
Forno
In umido
Ricetta Facile

Calamari ripieni

LE RICETTE DI CARLO CAMBI Carlo ci propone una ricetta dove i calamari vengono farciti: eccoli allora ripieni, uno dei masterpiece della cucina che…
Scopri